Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Turismo, la politica siniscolese discute sulla relazione presentata dall'assessora Bulla

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA

Il turismo è uno temi apicali dell'agenda politica siniscolese. La stagione 2017 è al suo inizio e, con l'obiettivo di tracciare una serie di bilanci e prospettive del comparto, il Consiglio comunale di martedì 6 giugno ha affrontato la questione dopo i rinvii del punto nelle sedute precedenti.

L'assessora Angela Bulla ha illustrato una relazione indicando i punti di forza e di debolezza del territorio. «Analizzando i dati di questi ultimi anni – queste le sue parole – si è visto che la Sardegna ha registrato un incremento delle presenze; a Siniscola si è registrato un picco nel 2014 superando le 35mila presenze nel mese di agosto, 27mila nello stesso mese del 2015. Ma nonostante questo trend positivo non possiamo fare a meno di notare che, a causa delle carenze strutturali dell’offerta turistica, il nostro territorio e le aziende che vi operano recitano ancora un ruolo più passivo che attivo rispetto ai flussi turistici che si registrano nei Comuni limitrofi (169mila a Budoni e 217mila a Orosei nell'agosto 2015). Questo sta a significare come ancora ad oggi il nostro territorio non sia riuscito a creare e a proporre un'offerta turistica ben definita, ma si limiti a vivere di luce riflessa da parte della nostra zona». Secondo Bulla peserebbe la «carenza di un sistema di accoglienza e di informazione adeguata per il soddisfacimento del turista».

La relazione presentata in Consiglio, come affermato da Bulla, è priva dei dati relativi alla stagione 2016 in quanto «l’assessorato regionale del Turismo ad oggi non li ha resi noti». «Tuttavia – ha aggiunto – attraverso alcuni indicatori è stata fatta una stima approssimativa delle presenze».

Sulla base della raccolta differenziata è stato registrato, da maggio a settembre, un incremento di 767 unità (99.692 nel 2016 a fronte delle 98.925 dell'anno precedente). Annunciate in prospettiva una serie di misure: l'apertura dell'Ufficio turistico a La Caletta; progetti legati al Servizio civile: una «gestione più attenta del porto turistico»; servizi di trasporto Ncc; parcheggi sul litorale con servizi quali docce, bagni e box informazioni; tratti di spiagge per animali; coordinamento dei servizi di salvataggio a mare; offerte per il turismo religioso (indicate le «Sante Messe in tedesco»); utilizzo bici elettriche e creazione piste ciclabili. Su quest'ultimo punto, Bulla ha parlato di «effettiva carenza» di piste in relazione al «13% degli italiani che andrà in vacanza in bici».

Citato anche il questionario somministrato a fine stagione l'anno scorso: «Considerato che si trattava di uno strumento nuovo – ha concluso l'assessora – le risposte sono state molto limitate ma significative».

Critiche dalle opposizioni. Antonio Satta ha parlato di situazione «catastrofica»: «Il 2016 - ha affermato – conferma i dati del 2015, ma in quell'anno registriamo un -28% di presenze rispetto al 2014. Le misure da intraprendere vanno bene, ma non c'è nulla di tutto ciò in Bilancio». Antonio Bidoni ha chiesto lumi sui programmi di "Primavera in Baronia" e della "Estate siniscolese", ma anche sul piano di zonizzazione di La Caletta.

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK