Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Scuole medie La Caletta. Un gruppo di genitori: «Problemi all'esterno della struttura e all'interno delle aule». Fadda e Bulla: «Stiamo intervenendo»

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA
foto inviata alla redazione

Un gruppo di genitori dei ragazzi frequentanti le scuole medie di La Caletta ha segnalato alcuni disagi con riferimento all’area esterna al caseggiato di via Livorno ma anche alle aule.

«L’ingresso – è stato dichiarato – è contraddistinto da buche e fango. Di questo modo gli alunni arrivano a scuola bagnati e sporchi di fango. È necessario perciò asfaltare. Inoltre la centralina Enel è scoperta e risulta pericolosa, soprattutto in caso di piogge. Senza dimenticarci dell’assenza di un cancello, necessario anche per evitare l'ingresso di persone non autorizzate ed evitare i rischi legati alla sicurezza degli alunni e del polo scolastico».

In merito alla situazione interna alle aule, il gruppo di genitori ha citato «l’assenza di tendine in prima B». Circostanza, questa, che «espone gli alunni al sole per tutta la mattinata, impedendo loro di vedere bene la lavagna». «I ragazzi – prosegue la segnalazione – sono perennemente disturbati dai raggi solari. La possibilità di oscuramento dei vetri si rende necessaria anche per l’eventuale proiezione di filmati o lezioni in powerpoint».

Ma la classe risulterebbe, inoltre, «sprovvista di Lim (la lavagna multimediale, ndr) fondamentale per lo svolgimento di lezioni multimediali e proiezioni video».

Registrata, infine, «l'assenza in tutto il polo scolastico della linea per internet, necessaria soprattutto per utilizzare il registro elettronico, ormai in prova-adozione in tutto l'Istituto Comprensivo "Albino Bernardini" di Siniscola-La Caletta».

«Tutti i problemi elencati - ha concluso il gruppo - sono stati comunicati da genitori e personale della scuola all'amministrazione comunale e al Preside già dai tempi della apertura, che risale all'autunno del 2016».

La sua inaugurazione, avvenuta in concomitanza con il primo giorno di lezione dello scorso anno scolastico (2016/17, appunto), ha posto fine all’esperienza dei ragazzi nei banchi dell’ex Casello del Genio Civile, caseggiato sito all’ingresso di La Caletta e che, nell’autunno del 2015, è stato anche dichiarato inagibile per qualche settimana a causa del distacco di intonaci da alcune pareti interne. Successivamente all’inaugurazione della nuova struttura si sono registrati nel tempo infiltrazioni d’acqua e blocchi all’impianto di riscaldamento, tematiche che hanno caratterizzato anche il dibattito consiliare.

A seguito di quest'ultima segnalazione, il vicesindaco Marco Fadda ha dichiarato che «l'amministrazione è attenta alle esigenze dei plessi e alla risoluzione dei problemi che sorgono durante l'anno scolastico. L'anno scorso – ha aggiunto l’assessore dei Lavori pubblici – è stato fatto un enorme sforzo per poter consentire ai ragazzi della frazione di poter frequentare le lezioni in un edificio nuovo e adatto alle esigenze scolastiche».

«È vero - ancora Fadda - che ci siamo trovati davanti a diversi problemi tra cui il riscaldamento, l’umidità, gli infissi e le tende da sole. Ma puntualmente sono stati presi in mano e risolti. Anche questa volta già da subito interverremo per la risoluzione immediata per lo meno di quelli di facile risoluzione».

Annunciata da Fadda la definizione del Bilancio 2018 «con un capitolo necessario per la sistemazione dell'ingresso, e quindi del cancello, e per gli imprevisti che sorgono e che sorgeranno».

Sul tema è intervenuta anche l’assessora della Pubblica istruzione, Angela Bulla: «La scuola primaria di secondo grado di La Caletta è stata inaugurata da poco e, da allora, non abbiamo mai smesso di intervenire per risolvere problematiche diverse in merito alla messa in sicurezza, all’arredamento, al riscaldamento, etc. Siamo pronti ad intervenire anche stavolta, considerato che non si tratta di effettuare interventi strutturali di particolare importanza, ma che comunque necessitano di un apposito stanziamento in bilancio».

In riferimento alle attrezzature scolastiche – ha proseguito Bulla – «ci siamo confrontati con il Dirigente Scolastico per trovare una soluzione possibilmente immediata. La scuola di La Caletta sarà oggetto del nuovo progetto della "Scuola del nuovo millennio": questo dimostra ancora una volta l’attenzione che noi rivolgiamo alla scuola ed in particolare alle strutture che necessitano di essere migliorate. Ci scusiamo per i tempi che talvolta sono lunghi ma non sono certamente dovuti al nostro disinteresse. Ci teniamo al fatto che i ragazzi crescano culturalmente in un contesto decoroso».

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK