Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Premio letteratura dell’infanzia. Gusai: «Albino Bernardini è una memoria da preservare»

| Categoria: Attualità
STAMPA

A corredo dell’articolo “Letteratura per l’infanzia, il premio fondato da Albino Bernardini trasloca a Dorgali. Siniscola discute”, pubblichiamo la nota integrale di Gian Pietro Gusai, chirurgo siniscolese già candidato alla carica di sindaco per la lista "Identità e rinnovamento"

Albino Bernardini è una memoria da preservare. L’indifferenza e la scarsa sensibilità mostrata nella difesa del premio letterario Albino Bernardini è triste, è un ulteriore dimostrazione di una insensibilità che purtroppo pagano i nostri giovani.

Al di là degli aspetti prettamente affettivi per un nostro concittadino, che con sensibilità e capacità comunicativa ha saputo portare nel mondo l’immagine della Sardegna, buona, intelligente, sensibile, colta. Figura conosciuta da molti di Noi dai racconti dei nostri genitori, che in tempi non sospetti applicava metodiche d’insegnamento ai nostri padri, che catturati dalla bontà di quel maestro Magro e Buono, ce l’hanno rappresentato sempre con affetto e ammirazione.

Con questa manifesta indifferenza o incapacità si delinea la scarsa attenzione per un premio che spinge su una spirale virtuosa i ragazzi, stimolando la conoscenza, la lettura, l’apertura ad un mondo globale dove la conoscenza, la capacità di espressione con linguaggio scritto e parlato sono elementi basilari nella strategia comunicativa, nello stare al mondo in sintonia con i tempi, è liberta, è felicità nel sentirsi in sintonia nel mondo contemporaneo.

Queste manifestazioni sono un ulteriore stimolo affinché i ragazzi, percorrendo sentieri di conoscenza guidata, con insegnanti stimolati, affrontino elementi di fragilità comunicativa ed espressiva, cercando formule di esaltazione della conoscenza e creando momenti motivazionali per spinte future, arricchendo, con le più svariate formule una comunità giovanile e non, che esige partecipazione.

Sono momenti formativi che contribuiscono a far sentire il giovane, che si trova ad affrontare una fase della vita caratterizzata da molte fragilità e allo stesso tempo molte potenzialità, dentro il mondo globale. Attraversando la palude di una società contemporanea percepita a volte troppo veloce, sfuggente, liquida e ritrovarsi uomini migliori. Questo è uno dei valori fondanti di un premio letterario, non promuoverli è un fatto di grave disattenzione e un ulteriore impoverimento della memoria di questa comunità.

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK