Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Viabilità rurale «inaccessibile» e ruspe «prestate a Lodè». Zente Nova/Ups sollecita la Giunta Farris

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA

È incentrata sulle tematiche inerenti alla viabilità rurale la nuova presa di posizione del gruppo consiliare di Antonio Satta e Nino Fronteddu. Gli esponenti di Zente Nova e Unione per Siniscola, attraverso una nota, si rifanno a un recente finanziamento regionale ottenuto per tale scopo (citate 130mila euro) e al possesso di due ruspe, modello terna, «donate dalla Ras ai tempi della Giunta Celentano» ma «prestate al comune di Lodè e mai ritornate indietro».

Chiamato in causa, anche su questa vicenda, il nuovo esecutivo comunale: «La Giunta Farris - prosegue la nota -, a due anni dal suo insediamento, non ne reclama la restituzione». Secondo Satta e Fronteddu, le due questioni rappresentano «due elementi attraverso i quali dimostrare di avere a cuore il bene comune, il bene del paese».

«Nell’agro siniscolese - prosegue la nota - vi sono località abitate con strade diventate praticamente inacessibili. Sono a rischio le sospensioni delle macchine». Elencate dai due esponenti del gruppo di opposizione alcune zone del vasto territorio comunale: «Murtas Artas, Su Calàvriche, Su Pòiu ‘e s’Òmine, San Narciso, Bèrchida». «

Scriviamo - ancora Satta e Fronteddu - del diritto dei cittadini di avere servizi e assistenza ovunque necessiti nel territorio. Alla luce del finanziamento regionale a destinazione specifica, Zente Nova/Unione per Siniscola chiederà alla Giunta Farris di attivarsi affinché quei soldi vengano spesi effettivamente nel ripristino della viabilità rurale, principalmente per le località sopraelencate».

In riferimento ai mezzi meccanici donati dalla Regione e che attualmente non sosterebbero a Siniscola, Satta e Fronteddu chiedono comunque un intervento di ripristino della viabilità «al di là dei fondi regionali»: «Anche con risorse del Bilancio comunale - conclude la nota -, il possesso dei due mezzi permetterebbe interventi a basso costo costanti e per tutto l’anno, per arrivare nel giro di poco tempo a ripristinare una viabilità decente per tutti coloro che fruiscono delle strade campestri, da chi vi risiede fino agli allevatori».

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK