Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Torneo "Carlo Antonio Meloni", sabato 25 e domenica 26 la quarta edizione

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA

Si disputeranno sabato 25 (dalle 15.00) e domenica 26 maggio (dalle 9.00 del mattino) gli incontri del quarto memorial di calcio intitolato a Carlo Antonio Meloni. Il torneo, organizzato dagli amici e dalla famiglia del compianto e stimato calciatore scomparso nell'agosto di sei anni fa, rappresenta ormai un appuntamento fisso per gli amanti del calcio praticato dalle giovani generazioni. L’edizione 2019 sarà autorizzata dalla Federazione italiana gioco calcio e gli incontri saranno diretti da arbitri Aia. Ma le novità riguarderanno anche la quantità delle compagini che si affronteranno sul prato sintetico del “Pino e Fabiana Solinas”, in località Ghirtala.

Il torneo, che nella prima edizione era un “semplice” triangolare tra Siniscola Sporting, San Teodoro e Atletico Nuoro, ha infatti visto crescere la partecipazione delle squadre negli anni: nel 2017, oltre allo Sporting e all’Atletico, parteciparono anche il Budoni, la Polisportiva Nuoro, l’Olbia, la Academy Nuorese; dieci nel 2018 con anche Torpè, Puri e Forti Nuoro, Malaspina Osilo e Progetto Calcio Siniscola. Per questa edizione le squadre saranno 12 con il Budoni che partecipa con due rappresentative (una impegnata nei campionati provinciali e una nei regionali), la Montalbo Siniscola (nata dalla recente fusione con lo Sporting) e l’aggiunta del Fanum Orosei.

Saranno nove gli incontri di sabato 25 (fischio di inizio dell’ultimo incontro alle 20.20). Nove le sfide eliminatorie anche il giorno successivo (alle 11,40 l’ultimo incontro mattutino e alle 17.00 l’ultimo pomeridiano). Dalle 18.00 di domenica si svolgeranno le due semifinali mentre il match che assegnerà il quarto memorial Meloni è programmato per le 20.00.

Attualmente il torneo è stato vinto (in ordine cronologico) dal Siniscola Sporting, dall’Olbia e dalla Polisportiva Nuoro. La competizione, che unisce la passione per lo sport e il ricordo di un amico, rappresenta per gli organizzatori un momento di divertimento e di rispetto reciproco:

«Ricordiamo sempre – affermano i familiari e gli amici di Carlo Antonio – che la vittoria sportiva, per quanto bella ed emozionante, verrà presto dimenticata dalla maggioranza. Un gesto antisportivo, un episodio di violenza, lasceranno il segno». Ed è anche per questo che sono previste, nel regolamento, le espulsioni immediate dovute a bestemmie e «manifestazioni di tipo razziale». Anche la sicurezza dei giocatori è stata messa al primo posto: «Quest’anno – conclude lo staff organizzativo - saranno con noi i soccorritori dell’associazione “La Fenice onlus”, con la presenza del medico Dottor Gian Pietro Gusai, pronti ad intervenire per qualsiasi evenienza».

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK