Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Inaugurata la nuova sede del Centro per l'impiego siniscolese

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA
Una foto del convegno in Biblioteca

Con il trasferimento da via Olbia allo stabile di via Funedda 22 (ex via Mameli), il centro per l’impiego di Siniscola ha una nuova sede. Venerdì 7 giugno il taglio del nastro alla presenza degli amministratori dell’esecutivo Farris e dei centri confinanti, del direttore generale dell’agenzia Aspal Massimo Temussi e dell’assessora regionale del Lavoro Alessandra Zedda. «Trattasi di una struttura – queste le parole dell’esponente della Giunta Solinas – molto più vicina al cittadino. Gli spazi sono più congeniali, non ci sono barriere architettoniche, la privacy è maggiormente garantita con gli utenti che da subito capiscono a quale ufficio rivolgersi. Il tutto che si somma alle qualità di un personale molto attento e motivato». L’operazione è stata resa possibile, ha aggiunto la titolare dell’assessorato regionale, «grazie all’impegno dell’amministrazione comunale e del proprietario che, sotto la puntuale regia del direttore Temussi, si è reso disponibile per effettuare le modifiche consone ai nostri Cpi». L’inaugurazione, benedetta del vescovo Mosè Marcia (presente con il parroco don Orunesu), è stata anticipata da un convegno sull’andamento del mercato del lavoro in Sardegna, con particolare riferimento all’area delle Baronie. I dati curati dall’osservatorio dell’Aspal mostrano un contesto locale caratterizzato da una «ripresa dell’occupazione a partire da 2017», un «maggior numero di assunzioni» nel comparto ricettivo e della ristorazione, una certa «importanza» dell’agricoltura e dei servizi domestici. Il Cpi siniscolese segue 6473 cittadini iscritti con il “patto di servizio” (43% del totale dei cittadini che sono stati ereditati dalle vecchie liste, oltre 14mila); registrato nel mese di ottobre il periodo di maggiore afflusso (771 gli utenti presi in carico nel citato mese del 2018). Quanto al rapporto tra i cittadini presi in carico e il totale degli iscritti, il Cpi siniscolese si colloca al primo posto in Sardegna: «Questo significa – si legge nel dossier – che da parte dell’utenza di questo territorio c’è una certa affezione ai servizi erogati». «Abbiamo discusso – ha aggiunto l’assessora Zedda – anche delle vertenze dei nostri lavoratori ex Legler. Conosciamo il loro stato di difficoltà e per questo rivedremo i progetti futuri per dare loro le risposte che aspettano». Ribadita da Zedda l'importanza del Cpi per questo territorio: «Abbiamo accelerato i tempi per questa nuova struttura data la collocazione strategica di questo centro costiero. Nella nostra visione i Cpi devono essere le case del lavoro per i nostri cittadini, sotto tutti i profili».

 

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK