Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Comprensivo 1, alla studentessa Roberta Fenu la "borsa di studio Tonia Becchere"

| di Gianfranca Orunesu
| Categoria: Attualità
STAMPA
foto inviata alla redazione

Sabato tredici luglio, nei locali della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo 1 di Siniscola, si è svolta la cerimonia di consegna della borsa di studio, istituita per espressa volontà della famiglia Becchere, in ricordo della sorella Tonia, l'ex crocerossina scomparsa a Siniscola il 28 luglio 2018.

«Gli organi collegiali della scuola - spiega la dirigente scolastica Antonella Piredda - hanno accolto con entusiasmo la proposta di istituire una borsa di studio per premiare con un beneficio economico dell'importo di 500 euro uno studente meritevole della classe terza della scuola secondaria di primo grado, in modo da favorirlo nella prosecuzione degli studi. Nel regolamento approvato dal Consiglio di Istituto per l'assegnazione del beneficio si è stabilito di tener conto del criterio dell'assiduità nella frequenza durante l'intero corso di studi, dell'aver riportato nel triennio risultati scolastici superiori alla media dell’Istituto e dell'aver assunto sempre un comportamento corretto e responsabile. Altro importante requisito per essere candidati all'assegnazione della Borsa è stato quello di aver conseguito all’esame di stato conclusivo del primo ciclo almeno la votazione di 8/10 e aver partecipato attivamente ad uno o più laboratori extracurricolari erogati dalla scuola nel triennio 2016/2019. A parità di punteggio si è stabilito di privilegiare gli alunni meno abbienti. A seguito di attenta valutazione la commissione, all'uopo costituita, ha assegnato il beneficio alla studentessa Roberta Fenu che si è distinta per impegno, costanza nello studio, senso di responsabilità e correttezza nei rapporti con i compagni e con gli adulti».

La cerimonia, alla quale hanno partecipato la presidente del Consiglio di istituto Isabella Bomboi, il sindaco Gianluigi Farris, l'assessora comunale della Pubblica istruzione Angela Bulla, il presidente Ute Antonio Murru, la presidente dell'Age Daniela Succu e la famiglia Becchere (che ha donato un libro ai ragazzi), «è stata - aggiunge Piredda - l’occasione per vivere un momento di orgoglio per tutta la comunità nei confronti delle giovani eccellenze dell'istituto a cui è stato donato un libro, sempre gentilmente offerto dalla famiglia Becchere. L'auspicio è che questa rilevante iniziativa possa fungere da stimolo per tutti gli studenti, esortandoli a vivere con maggior consapevolezza e impegno l'esperienza scolastica, fattore essenziale per migliorare le proprie competenze da utilizzare nella costruzione del personale progetto di vita di ciascuno».

«Abbiamo voluto ricordare nostra sorella investendo nella scuola - queste le parole di Lucia Becchere, scrittrice e penna de l’Ortobene -. Un piccolo seme che abbiamo voluto gettare affinché attecchisca, senza rumore. Mia sorella era molto generosa e non si sottraeva a nessuno, e con questo spirito abbiamo affidato questo compito alla dirigente Antonella Piredda e alla sua sensibilità». Tonia Becchere, siniscolese del 1935, aveva conseguito il titolo di crocerossina al Gemelli di Roma. Ha successivamente lavorato come caposala in neuropsichiatria a Nuoro e, infine, pochi anni prima di andare in pensione, al Cim di Siniscola. «È sempre rimasta una crocerossina - ha concluso la sorella Lucia -; per noi è stata una seconda mamma, non solo una sorella maggiore»

Gianfranca Orunesu

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK