Partecipa a SiniscolaNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Consiglio comunale: le opposizioni salgono sull'Aventino

Condividi su:

Doveva essere un consiglio comunale con diversi punti all'ordine del giorno tra i quali le attesissime richieste all'Autorità d'ambito e al gestore Abbanoa di adempiere alle clausole convenzione, nonché alla riduzione delle tariffe e al rimborso delle somme richieste nelle fatture in considerazione dei periodi di erogazione di acqua non potabile. Invece nulla: secondo abbandono consecutivo dell'aula da parte delle opposizioni e numero legale che viene a mancare durante la seduta annullando perfino le operazioni di voto relative all'approvazione dell'aggiornamento delle norme tecniche del Pul in conformità con le nuove linee guida regionali. Durante, perché dietro richiesta del Sindaco, la cui maggioranza aveva diversi assenti, sono stati proprio i consiglieri della minoranza a garantire con il proprio assenso lo svolgimento dei lavori. Dopo un'illustrazione del Piano di utilizzo dei litorali (Pul) da parte dell'Ing. Deriu, il dibattito consiliare si è focalizzato sulle possibilità di sviluppo turistico. Se Nino Fronteddu (“LiberaMente”) ha chiesto alla maggioranza quale fosse la visione politica di tale Pul, Antonio Satta (“Zente Nova”) ha affrontato il nodo delle concessioni (26 in tutto, 8 già in essere e 18 da assegnare) paventando un rischio “Poetto” per le spiagge di Siniscola: un «carico antropico eccessivo», nelle sue parole. Per le opposizioni si rischia di dare un colpo all'ambiente senza dare molte garanzie sul versante occupazionale. Da qui la proposta di riunire i capigruppo entro una settimana per poi deliberare insieme al prossimo consiglio. Se per l'assessore Piero Carta «il carico antropico non è eccessivo», per il vicesindaco Lucio Carta «non si può dire che perdiamo i treni e poi proporre sempre di rinviare». Nell'intervento dell'assessore Riccardo Corosu le aperture: limitare le nuove concessioni (che sarebbero 18) e far partire dei progetti pilota alla luce delle osservazioni, apprezzate, delle minoranze. Ma anziché convocare la riunione dei capigruppo (proposta respinta a maggioranza) il sindaco Rocco Celentano ha chiesto l'approvazione dell'aggiornamento delle norme tecniche: «il Pul è già stato approvato, non ha senso rinviare» . Una scelta stigmatizzata dal consigliere Angelo Fadda (“Donne, uomini, idee”). Da qui l'abbandono dell'aula («pretestuoso» per Celentano): consiglio aggiornato al 21 novembre. Guarda il video con le dichiarazioni del consigliere Fronteddu e del sindaco Celentano.

Condividi su:

Seguici su Facebook