Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Dalle ostriche abbinate ai vermentini al càule a s'irfocata. Protagoniste le terze Enogastronomia dell'Oggiano

| di Mauro Piredda
| Categoria: Gusto
STAMPA
printpreview

Dalle ostriche abbinate ai vermentini ai piatti della tradizione siniscolese. Proseguono, nel solco del protagonismo studentesco, le iniziative dell’indirizzo Servizi per l’enogastromia e l’ospitalità alberghiera dell’Istituto tecnico Luigi Oggiano.

Venerdì primo dicembre, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, le terze classi Sala vendita e Cucina proporranno su càule a s’irfocata, il cavolfiore soffocato condito con salsiccia secca e olive verdi.

La preparazione, curata dai ragazzi della terza classe Cucina, si terrà in istituto: dopo aver soffritto la cipolla in una pentola capiente, si aggiungeranno le olive, la salsiccia tagliata a tocchetti, l’alloro e il concentrato di pomodoro. Dopo qualche minuto di rosolatura si uniranno il cavolfiore, mondato e tagliato, e l’acqua fino a coprire il tutto. La cottura de su càule sarà ultimata rigorosamente con il coperchio. Per l’occasione saranno preparati anche gli anzelotos (ripieni di ricotta e bietole) con burro salvia e un sorbetto all’arancia.

I piatti, presentati dai ragazzi della terza Sala vendita (che allestiranno il banchetto), saranno serviti successivamente al pubblico in piazza del Mercato. L’iniziativa, supportata dai docenti di riferimento Franco Moggia, Giuseppe Napolitano e Loredana Capozzoli, nasce dalla collaborazione con Terras Apertas, associazione di agricoltori dell’Alta Baronia.

«Rientra tra i nostri obiettivi – ha dichiarato Lorenza Mercante – la cooperazione con le diverse realtà del territorio per eventi di questo tipo. L’interazione con le giovani generazioni è di massima importanza e questo è il secondo anno che collaboriamo con i ragazzi dell’Oggiano».

L’iniziativa si terrà nelle ore curricolari dalle 9.30 alle 13.30. «I nostri ragazzi - ha affermato il Prof. Franco Moggia - oltre al diploma, puntano a una qualifica spendibile nel mercato del lavoro e per questo devono conoscere i prodotti del nostro territorio».

Moggia e i ragazzi della terza Sala vendita hanno recentemente proposto a un pubblico di ristoratori del territorio (e non solo) un inedito abbinamento tra i vermentini Sinfonia, Invidia e Superbia, del Consorzio San Michele di Berchidda, e le ostriche Fine de Claire, Speciales e Reserves, della SteMir.

«L'iniziativa - ha concluso Moggia - ha riscosso un grande successo tra i presenti. Luigi Sotgia e Mirko Varchetta (rispettivamente in rappresentanza del consorzio Berchiddese e della ditta che commercia frutti di mare e crostacei, Ndr) hanno spiegato ai presenti le qualità dei loro prodotti. I nostri ragazzi sono stati all'altezza della situazione mostrando la dovuta professionalità».

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK