Partecipa a SiniscolaNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Decorazioni e pane artistico, Graziella Frau conquista Marina di Massa

Condividi su:

Il mare di mezzo, quello tra la Sardegna e il “continente”, non è un problema se quello che si vuole portare fuori dalla propria terra rimane ben ancorato. Il mare è quindi un mezzo. E, nel caso in questione, può essere anche l’ispirazione. 

Graziella Frau, sa mastra durchera, ci ha messo del suo e ora torna da Marina di Massa con nuove motivazioni da impiegare nel proprio laboratorio dolciario siniscolese e con una bella medaglia d’argento conquistata ai campionati italiani Fipgc (Federazione italiana pasticceria, gelateria e cioccolateria, categoria pane artistico). 

La sua avventura nel litorale toscano è iniziata venerdì 4 marzo con una realizzazione dolciaria collettiva: insieme a 59 cake designer e decoratori di tutta Italia ha infatti realizzato una torta monumentale alta tre metri. 

«Il pezzo più maestoso – afferma la nostra - era rappresentato da una torta centrale a forma di faro creata dalla campionessa mondiale di cake design Maria Concas, figlia di un sardo, che vive a Torino»

E Graziella in questa torta, ispirandosi appunto al suo mare, alle maestose dune di Capo Comino e alla spiaggia di Bèrchida, ha collocato un'ancora di 70 cm, un timone, pesci e altri manufatti ispirati alle creature marine.

 «Li ho lasciati semplici e naturali – spiega Graziella Frau –, senza colori, trasformandoli in gioielli con decori piccolissimi: dall'uva alle spighe, dalle rose alle calle con attorno un pizzo che sembra macramè»

Grazie a questo suo impegno, Frau fa ora parte dell'equipe delle eccellenze italiane del cake design. Il giorno successivo la pasticciera siniscolese ha presentato vari dolci sardi tradizionali, compresi “Sos pretziosos” di Siniscola, con la pompia. 

Per l’occasione ha mostrato dal vivo la sua arte decorativa con un semplice coltellino. 

Ma è domenica 6 che la nostra è salita sul podio. La medaglia d’argento, sebbene abbia presentato anche un pane alla pompia, le è stata conferita grazie al suo pane artistico contenente centinaia di decori: ben 164 nella parte superiore, 120 in quella inferiore e 60 «tirati fuori dal pane stesso», come lei afferma. Una vera rarità. L'opera e stata presentata ai giudici posata sopra uno specchio proprio con l’obiettivo di dare luce a quei minuscoli decori. 

«Ho seguito gli insegnamenti di mia nonna – afferma Graziella Frau - e non immaginavo, a 54 anni, di poter rappresentare la Sardegna nei campionati italiani Fipgc. È una vittoria che dedico alla mia famiglia che mi ha supportata, ai miei allievi (Graziella tiene diversi corsi, ndc) che sono il motore essenziale per affrontare queste sfide e infine a lei, mia nonna, che per prima mi ha messo la farina fra le mani».

Condividi su:

Seguici su Facebook