Rimani sempre aggiornato sulle notizie di siniscolanotizie.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Ripetitore a “Su Pradu”, la risposta del sindaco di Posada all'interrogazione della minoranza

| di Mauro Piredda
| Categoria: Attualità
STAMPA

POSADA - A seguito dell'interrogazione posta dai consiglieri dell'opposizione circa l'installazione di un ripetitore il località “Su Pradu”, il sindaco Roberto Tola ha recentemente inoltrato la propria risposta scritta.

«L'installazione in oggetto – si legge nel documento – è stata ampiamente valutata dal punto di vista degli impatti elettromagnetici, contestualizzandola nell'insieme delle installazioni già presenti e dimostrando sia in sede di piano che di conferenza dei servizi la sua idoneità di collocamento e di emissione».

Nel merito delle questioni poste, Tola ha messo in ordine le diverse tappe dell'Iter di approvazione: dal recepimento delle Direttive regionali in materia di inquinamento elettromagnetico («a seguito delle diverse richieste formulate dalle compagnie telefoniche tendenti ad ottenere un sito su cui installare una stazione radio base all’interno del centro abitato») fino al Provvedimento unico del 19 marzo scorso scaturito dalla Conferenza citata.

All'interno di questo percorso si registrano: l'incarico, affidato nel dicembre del 2010 a un ingegnere di Oristano, finalizzato alla «Redazione del Piano comunale di dislocazione degli impianti e di mappatura dei campi elettromagnetici»; l'invito alle compagnie, inoltrato nel maggio del 2013, «ad effettuare dei sopralluoghi nelle aree identificate e ritenute idonee dal professionista»; l'adozione preliminare del Piano in un Consiglio del 15 novembre del 2013; gli assensi antecedenti la Conferenza da parte dell'Ufficio Tutela del paesaggio di Nuoro e dell'Arpas.

In merito alle altre questioni sollevate dalla minoranza, Tola ha sottolineato che «l’area interessata risulta pubblica, gravata da uso civico del Comune di Posada. Pertanto l'Ente ha stipulato apposita convenzione con la società Vodafone Spa nella quale si è statuito l'assegnazione di un'area di 50 mq, per nove anni, verso il corrispettivo di 7.500 euro annuali il quale verrà destinato a ripristino e manutenzione dell'area interessata dall'intervento. L'area ricade all'interno del Parco di Tepilora e l'intervento è coerente con le finalità istitutive della L.R. n. 21 de 21/10/2014».

Mauro Piredda

Contatti

redazione@siniscolanotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK